Home Oratorio Nuovo Ci stai? Bona Terra Tornei estivi 2011 Abbiamo vissuto... Calendario Parla con me Gruppi parrocchiali Gallery
 
Menu principale
Home
Oratorio Nuovo
Ci stai?
Bona Terra
Tornei estivi 2011
Abbiamo vissuto...
Calendario
Parla con me
Gruppi parrocchiali
I nostri sponsor
Gallery
Redazione
Bonate Sopra che...

"Perché un simile titolo e perché questa mostra?" ci viene da chiedere.
La spiegazione potrebbe essere di una semplicità estrema ma quei puntini potrebbero dimostrare l’esatto contrario. A tale proposito ci piace rammentare alcuni versetti di Carducci per rivivere quei sentimenti di attaccamento al nostro paese tanto bistrattato: "Dolce paese dove portai conforme l’abito fiero e lo sdegnoso canto e il petto ov'dio e amor mai non s’addorme pur ti riveggo e il cuor mi balza intanto". Ecco la spiegazione semplice di questa mostra: "odio" e amore; questi due sentimenti (amarezza più che odio) ci hanno accompagnato in questa parte della nostra vita a Bonate Sopra.

Amore per questo paese.
Quando, nei prima anni ottanta siamo arrivati a Bonate Sopra abbiamo trovato un paese ancora abbastanza attaccato alle proprie tradizioni anche se in lenta trasformazione; e di questa ne abbiamo percepito i tempi. Per prima cosa siamo riusciti a fotografare quelli che erano stati fino ad allora la vera storia del paese: i “STAI” (almeno quelli che erano rimasti integri) poi abbiamo voluto rinfrescare, in qualche modo, l’esperienza passata legata alla vita contadina, al suo vissuto, alla tradizioni. Questa passione per Bonate Sopra ci ha portato ad affrontare alcune situazioni: la conoscenza della storia del paese attraverso gli archivi storici della Parrocchia e del Comune e soprattutto attraverso i tanti vissuti di persone anziane dei vari stalli. A questa iniziativa mancava però qualcosa: la visuale degli stalli, dei cortili, della piazza e delle strette vie del centro storico. Grazie alle nostre foto e a quelle racimolate qua e là, siamo riusciti a ricostruire attraverso la pittura angoli indimenticati e indimenticabili di Bonate Sopra.

Amarezza per questo paese.
All’amore si è unita anche un forte amarezza perché la trasformazione del paese, in particolar modo dopo la seconda guerra mondiale, e con l’avvento di un certo benessere, ha cancellato molta storia. Viene così a mancare, per prima cosa, il nucleo della vecchia realtà. Grazie alla maggiore possibilità economica interviene l’abbandono dello “stallo” per case più moderne e confortevoli. Il declino dello stallo è inevitabile. Molti vengono abbattuti per far posto ad abitazioni nuove, altri trasformati, pochissimi quelli che riescono a mantenere la loro bellezza storica (Stal del Co e Stal di Batistole).

Perché questa mostra?
Nel tempo libero ci siamo dedicati a coltivare alcuni hobby tra cui appunto la pittura. Abbandonata quasi definitivamente quella ad olio, abbiamo riversato il nostro “estro” verso quella a china su cartoncino. Essendo autodidatti riuscivamo sempre più a migliorarci e fai un quadro questo mese e fanne un altro in quello successivo ci siamo trovati la casa piena di quadri e una cartella stracolma di disegni (in tutto quasi un centinaio). Non sappiamo se esiste un altro paese a cui è stata dedicata tanta passione artistica. Arrivando al perché di questa mostra, possiamo affermare che l’abbiamo proposta per due semplici motivi: il primo e pensiamo il più importante è per non dimenticare la propria storia e le proprie radici e poterle trasmettere alle nuove generazioni. Il secondo motivo e non meno importante del primo è che queste opere, nella loro semplicità, vengono proposte a favore del NUOVO ORATORIO. Il ricavato è finalizzato appunto ad ammortizzare il costo di questa grande opera. Vista quindi la finalità benefica della mostra, speriamo che gli appassionati che vogliono avere in casa una parte tangibile della propria storia siano molteplici.

a cura di Adriano Nava

 
 
© 2017 Oratorio San Giovanni Bosco - Bonate Sopra
Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.